Passa ai contenuti principali

Fondazione 107 - OPENING sabato 19 ottobre

LARA NICKEL | 12 Cavalli - Omaggio a Jannis Kounellis
NICOLA TOFFOLINI | Tra un picnic e il caos
FRANCO RASMA | Mehr Licht

OPENING sabato 19 ottobre ore 17 - 20
20 ottobre - 1 dicembre 2019
Ingresso gratuito

Fondazione 107 prosegue le celebrazioni dei primi dieci anni di attività espositiva annunciando tre mostre personali.

A partire dal 19 ottobre la Sala Grande ospiterà 12 Cavalli - Omaggio a Jannis Kounellis, prima personale europea della pittrice americana Lara Nickel (Albuquerque, New Mexico, USA, 1985). 
Il progetto è un omaggio a Senza titolo (12 cavalli), installazione che nel 1969 Jannis Kounellis presentò presso la galleria L’Attico di Roma: lì il Maestro dell’Arte Povera espose, legati alle pareti, dodici cavalli vivi, orchestrando un’operazione radicale e sovversiva.
A cinquant’anni di distanza, Nickel omaggia quel gesto con la pittura e in particolare con dodici dipinti a grandezza naturale di cavalli su fondo bianco che vengono esposti appoggiati al pavimento e perpendicolari alle pareti.
Completamente trasformato in labirinto, lo spazio invita lo spettatore a ripensare sia le peculiarità del mezzo pittorico sia la figura del cavallo, animale da sempre protagonista della storia dell’arte.

Tra un picnic e il caos è invece il solo project dedicato a Nicola Toffolini (Udine, 1975) e alla sua riflessione sul disegno. I lavori di Toffolini sono conosciuti per la precisione analitica e maniacale con la quale il segno solca la carta, esprimendo uno sforzo fisico di natura performativa. Soggetti favoriti dell'artista sono le forme del mondo naturale e proprio per questo il grande corridoio della Fondazione si trasforma in una sezione del sottosuolo, nella quale il visitatore avrà la sensazione di camminare lungo un solco tracciato nel terreno, circondato da opere capaci di scavare la crosta terrestre rivelando un mondo sconosciuto.

Con orgoglio, Fondazione 107 dedica infine un progetto espositivo al Maestro Franco Rasma (Borgomanero, NO, 1943), autore, sin dagli anni Settanta, di un linguaggio artistico personalissimo e sempre presentato attraverso il ciclo Mehr Licht ("più luce", queste sembrano essere state le ultime parole pronunciate in vita da Johann Wolfgang von Goethe). Rasma orchestra una produzione raffinatissima, scissa tra pittura e scultura, presentata in questa occasione con un allestimento che strizza l’occhio ai musei antropologici che raccontano le civiltà antiche. Protagonisti sono sculture in cemento ricche di forme simboliche (fiori, forbici, case, rami) e dipinti che si materializzano di fronte allo spettatore attraverso elementi imprendibili, in cui luce e l’ombra si spartiscono lo spazio dando vita ad atmosfere impalpabili.

L’autunno di 107 vede protagoniste pittura e scultura, celebra il segno e il disegno: in un’era di crisi e incertezze, forse sono le tecniche più tradizionali ad agevolare la comprensione delle criticità contemporanee. È un mistero che chiediamo di dipanare ad artisti di generazioni differenti, ma tutti straordinari scrittori di di una narrazione densa e coerente.

Le mostre saranno visitabili fino al 1 dicembre.

#10yearsFondazione107




Post popolari in questo blog

SALONE DEL VINO DI TORINO

SALONE DEL VINO DI TORINO Esplora il Piemonte attraverso i suoi vini  2, 3 E 4 MARZO 2024 II edizione Torna il Salone del Vino di Torino, da sabato 2 a lunedì 4 marzo. Da martedì 27 febbraio il palinsesto del Salone OFF, con una settimana di eventi diffusi in tutta la città Il Salone del Vino di Torino cresce: 500 le cantine attese, tra weekend di esposizione ed eventi OFF, e più di 100 gli appuntamenti in città. Nasce inoltre un comitato scientifico www.salonedelvinotorino.it   Torino, 12 febbraio 2024 - Il Salone del Vino di Torino giunge alla sua II edizione da sabato 2 a lunedì 4 marzo all’interno di due spazi espositivi: le OGR Torino e il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano. Ad anticiparlo, una settimana di eventi diffusi in tutta la città all’interno di un ricco palinsesto OFF del Salone, che da quest’anno ruota attorno a due sedi principali, Il Circolo dei lettori e Combo Torino. Sono infatti oltre 100 gli appuntamenti in programma da martedì 27 febbraio che accompagnano

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra 14 febbraio – 2 giugno 2024 A cura di Walter Guadagnini e Monica Poggi CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia presenta la mostra Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra nelle sale del Centro espositivo di via delle Rosine a Torino dal 14 febbraio al 2 giugno 2024. Un’altra grande mostra - dopo le personali dedicate a Eve Arnold, Dorothea Lange e André Kertész - che racconta con oltre 120 fotografie uno dei momenti cruciali della storia della fotografia del XX secolo, il rapporto professionale e affettivo fra Robert Capa e Gerda Taro, tragicamente interrottosi con la morte della fotografa in Spagna nel 1937. Fuggita dalla Germania nazista lei, emigrato dall’Ungheria lui, Gerta Pohorylle ed Endre – poi francesizzato André – Friedmann (questi i loro veri nomi) si incontrano a Parigi nel 1934, e l’anno successivo si innamorano, stringendo un sodalizio artistico e sentimentale che li porta a freque

Mythos: Creature Fantastiche” inaugura a Torino

La nuova mostra “Mythos: Creature Fantastiche” inaugura a Torino, la capitale italiana dell'Esoterismo La Città Magica ospita la prima esposizione nel suo genere dal 7 marzo al 7 luglio 2024 presso le Antiche Ghiacciaie di Porta Palazzo al Mercato Centrale Torino.  Il fascino millenario di Torino si arricchisce di un nuovo capitolo di mistero e meraviglia con l'arrivo di Mythos: Creature Fantastiche, un'esperienza straordinaria che apre le porte delle Antiche Ghiacciaie di Porta Palazzo presso il Mercato Centrale Torino a partire dal 7 marzo 2024. La nuova mostra è pronta a svelare per la prima volta i segreti della magia bianca e delle creature leggendarie che popolano l'immaginario collettivo proprio nella città di Torino, la capitale italiana dell'esoterismo.  Nei miti le divinità e le figure leggendarie prendono vita e si trasformano, assumendo spesso forme ibride composte da animali reali, fantastici e anche da parti umane, creando così entità che incarnano le