Passa ai contenuti principali

4 Ristoranti e 1 Funerale

Sabato 30/11. Al Teatro Cardinal Massaia la prima assoluta di una commedia esilarante diretta da Claudio Insegno


"4 Ristoranti e 1 Funerale" in prima assoluta al Teatro Cardinal Massaia

Una commedia magica dai risvolti noir tra colpi di scena, giochi di prestigio, passi di tip tap, giocoleria, incursioni circensi e risate garantite



Sabato 30 novembre ore 21.00 debutta in prima assoluta al Teatro Cardinal Massaia “4 ristoranti e 1 funerale”, una commedia teatrale con incursioni circensi e contaminazioni magiche, scritta da Alberto Barbi e Davide Nevoso, che riserva una continua serie di colpi di scena, anche grazie alla brillante regia di Claudio Insegno. “4 ristoranti e 1 funerale è una commedia diversa e innovativa. La immagino come una cipolla, la si può leggere a strati – racconta Claudio Insegno - Mi ha divertito curarne la regia perché unisce un black humor, adatto a tutti, al circo, al clown e all’illusionismo. I numeri si inseriscono nella trama della commedia arricchendola. Si ride tanto. Sicuramente questo lavoro è figlio di un mondo dove la Cucina è diventata un pilastro fondamentale dell’intrattenimento”.



Ed è proprio nella cucina del ristorante “La Bella Trofia” che si svolge la storia: un luogo in cui dinamiche possono risultare veramente complicate, soprattutto quando lo chef Antonio si ritrova a dirigere una brigata che è interamente nella propria testa, aiutato da un sous chef timoroso di tutto. Riusciranno i due a risollevare le sorti del locale, sottraendolo alle grinfie di Wanda la ex moglie di Antonio? E che ruolo avrà in tutto ciò il magico chef stellato Augusto? Chi fermerà Frida, software di cucina, dal carattere aggressivo, con tendenze misogine e naziste? E soprattutto di chi è il funerale del titolo? Tutte domande che possono trovare risposta solo dopo essersi gustati questa pièce, leggera e divertente che propone una formula originale che fa dialogare l’arte della scrittura e della recitazione, con le discipline circensi e il linguaggio della magia. Una serata di sorprese e risate dal ritmo incalzante, tra cibo che scompare, cucine che parlano, frigoriferi che tagliano e ricompongono le persone, piatti che volano e nuoto sincronizzato nelle pentole.



In scena un cast molto versatile guidato da Alberto Barbi (anche autore del soggetto) con alle spalle una intensa carriera di attore, artista circense e regista di prosa e lirica; al suo fianco Paolo Latorre (che con Barbi condivide la storia della compagnia I Fratelli Ochner), attore e giocoliere in perfetto equilibrio tra il serio e il faceto; Marco Aimone, illusionista laureato alla Silvan Academy nonché presidente del Circolo Amici della Magia di Torino alle prese con un personaggio decisamente sorprendente, Riccardo Fusero, attore e musical performer, il vulcanico sous chef che sorprenderà con la personalità pirotecnica ed Elisabetta Gullì, attrice e cantante, già voce e volto di Zelig Tv, a cui spetta l’ingrato (e non facile!) compito di distruggere “La Bella Trofia”.



LA STORIA

Il ristorante "La Bella Trofia" è gestito da Antonio esuberante Chef e proprietario del ristorante; il locale ha vissuto giorni di gloria, ormai lontani. Una soluzione per ridare lustro al locale viene dal concorso indetto dal super chef Augusto, cuoco di fama internazionale, che ha deciso di affiancare il suo nome a quello di un ristorante per il lancio di un nuovo incredibile piatto. Mentre Antonio già pregusta la vittoria, Wanda, la sua ex moglie, decide di mettergli i bastoni tra le ruote con l'intento sia di vincere il concorso del super chef sia di impossessarsi del locale dell’ex marito. Ne scaturisce una sfida all’ultimo fornello senza esclusione di colpi che rischia di diventare per qualcuno una sfida all'ultimo sangue. La gara ha inizio e ogni partecipante tenterà il tutto per tutto per decretare vincitori vinti ma, soprattutto, sopravvissuti.



Biglietti € 18,00 (ridotto: € 15,00). Info e biglietti prenotazioni@teatrocardinalmassaia.it o 011.2216128 oppure su teatrocardinalmassaia.com



IL CAST



Alberto Barbi, attore, autore è Antonio chef capo, garde-manger, e tutto il resto della brigata della cucina del ristorante La Bella Trofia. È affetto da multi personalità, ma le ama quasi tutte, infatti ci passa le serate chiacchierando ad alta voce e lamentandosi del declino della cucina. Una sola paura: Wanda, l’ex moglie.



Marco Aimone, prestigiatore tra i più riconosciuti a livello internazionale, presidente del Circolo Amici della Magia di Torino è il Super chef Augusto. Geniale, istrionico ha portato la cucina ad un altro livello spettacolare. Ogni sua presentazione è sorprendente, magica e soprattutto divertente.



Elisabetta Gullí, attrice, cantante e insegnante è Wanda, ricca figlia di papà, specialista nel far fallire ristoranti. Di professione vuole essere influencer. Ma per hobby, invece, vuole distruggere il ristorante La Bella Trofia. Ci riuscirà?



Riccardo Fusero, attore e musical performer, è Castor, sous chef ipocondriaco, fedele alla brigata del ristorante “La Bella Trofia”. I bookmakers quotano come bassissima la sua capacità di sopravvivenza all’interno della brigata di cucina. Anche per i molteplici risvolti della sua personalità che, senza svelare nulla… sarà sicuramente da ridere.



Paolo La Torre, attore, mimo e giocoliere, è Filippo. Il nuovo arrivato nella cucina del Ristorante “La Bella Trofia”. Ha un figlio da mantenere, che porta sempre con sé perché non può permettersi la baby sitter. Ha fatto qualsiasi mestiere che finisce per “er”. Dog sitter, cat sitter, fish sitter, setter sitter (sempre di corsa). Ma la sua specialità sono le zanzare. Come se la caverà nella brigata de “La Bella Trofia”?



Con Alberto Barbi, Elisabetta Gullì, Paolo La Torre, Riccardo Fusero e Marco Aimone

Scritto da Alberto Barbi e Davide Nevoso

Costumi Agostino Porchietto

Scenografia Massimiliano Todisco

Effetti magici Marco Aimone e Franco Sottile

Produzione Bar B/Fratelli Ochner

Regia Claudio Insegno

Post popolari in questo blog

SALONE DEL VINO DI TORINO

SALONE DEL VINO DI TORINO Esplora il Piemonte attraverso i suoi vini  2, 3 E 4 MARZO 2024 II edizione Torna il Salone del Vino di Torino, da sabato 2 a lunedì 4 marzo. Da martedì 27 febbraio il palinsesto del Salone OFF, con una settimana di eventi diffusi in tutta la città Il Salone del Vino di Torino cresce: 500 le cantine attese, tra weekend di esposizione ed eventi OFF, e più di 100 gli appuntamenti in città. Nasce inoltre un comitato scientifico www.salonedelvinotorino.it   Torino, 12 febbraio 2024 - Il Salone del Vino di Torino giunge alla sua II edizione da sabato 2 a lunedì 4 marzo all’interno di due spazi espositivi: le OGR Torino e il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano. Ad anticiparlo, una settimana di eventi diffusi in tutta la città all’interno di un ricco palinsesto OFF del Salone, che da quest’anno ruota attorno a due sedi principali, Il Circolo dei lettori e Combo Torino. Sono infatti oltre 100 gli appuntamenti in programma da martedì 27 febbraio che accompagnano

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra 14 febbraio – 2 giugno 2024 A cura di Walter Guadagnini e Monica Poggi CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia presenta la mostra Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra nelle sale del Centro espositivo di via delle Rosine a Torino dal 14 febbraio al 2 giugno 2024. Un’altra grande mostra - dopo le personali dedicate a Eve Arnold, Dorothea Lange e André Kertész - che racconta con oltre 120 fotografie uno dei momenti cruciali della storia della fotografia del XX secolo, il rapporto professionale e affettivo fra Robert Capa e Gerda Taro, tragicamente interrottosi con la morte della fotografa in Spagna nel 1937. Fuggita dalla Germania nazista lei, emigrato dall’Ungheria lui, Gerta Pohorylle ed Endre – poi francesizzato André – Friedmann (questi i loro veri nomi) si incontrano a Parigi nel 1934, e l’anno successivo si innamorano, stringendo un sodalizio artistico e sentimentale che li porta a freque

Mythos: Creature Fantastiche” inaugura a Torino

La nuova mostra “Mythos: Creature Fantastiche” inaugura a Torino, la capitale italiana dell'Esoterismo La Città Magica ospita la prima esposizione nel suo genere dal 7 marzo al 7 luglio 2024 presso le Antiche Ghiacciaie di Porta Palazzo al Mercato Centrale Torino.  Il fascino millenario di Torino si arricchisce di un nuovo capitolo di mistero e meraviglia con l'arrivo di Mythos: Creature Fantastiche, un'esperienza straordinaria che apre le porte delle Antiche Ghiacciaie di Porta Palazzo presso il Mercato Centrale Torino a partire dal 7 marzo 2024. La nuova mostra è pronta a svelare per la prima volta i segreti della magia bianca e delle creature leggendarie che popolano l'immaginario collettivo proprio nella città di Torino, la capitale italiana dell'esoterismo.  Nei miti le divinità e le figure leggendarie prendono vita e si trasformano, assumendo spesso forme ibride composte da animali reali, fantastici e anche da parti umane, creando così entità che incarnano le