Passa ai contenuti principali

SPACE ADVENTURE

SPACE ADVENTURE
22 novembre 2019 – 22 marzo 2020
Torino - Promotrice delle Belle Arti - Viale Balsamo Crivelli 11

…Scegliamo di andare sulla Luna entro questo decennio 
e di fare ancora altre cose, 
non perché siano sfide facili, 
ma perché sono difficili…” (J.Kennedy)

LA MOSTRA
Sbarca a Torino “Space Adventure”, la mostra che sta emozionando il mondo - da Copenaghen a Tel Aviv, da Johannesburg a Varsavia - e che in 4 anni ha visto affluire quattro milioni di visitatori.
Lo spazio e le sue meraviglie raccontati con gli occhi (e gli oggetti) della NASA e dalla Città delle Stelle in Russia. Tute e navicelle spaziali, satelliti, razzi, modelli in scala, pietre lunari… Quasi cento memorabilia originali che segnano il sentiero sulle orme di astronauti, tecnici e scienziati.  

Un viaggio unico ed emozionante che racconta le incredibili conquiste dell’uomo nelle esplorazioni spaziali per terminare nello Space Camp: 400 mq di pura interattività dove, grazie ai simulatori, i visitatori potranno sperimentare le stesse sensazioni che provano astronauti e cosmonauti durante l’addestramento, dall’assenza di gravità alla perdita dell'orientamento spaziale, oppure cimentarsi nell’atterraggio dello Space Shuttle al ritorno di una missione. 
Guidati da esperti explainer si potrà provare l’emozione di guidare uno Shuttle, sperimentare l’assenza di gravità fluttuando nello spazio o simulare la rotazione Multi-Axis a bordo di una navicella spaziale. Cosa si prova a camminare sulla luna? Scopritelo con 1/6 Gravity e infine simulate l’addestramento dei piloti con L’F18 Simulator Pilot.
Per commemorare l’Apertura della Mostra, il 23 novembre ASITAF (Associazione Italiana di Astrofilatelia) e Poste Italiane hanno predisposto uno speciale annullo filatelico figurato. L’annullo sarà disponibile al pubblico presso l’Ufficio Postale Temporaneo” che sarà aperto nell’atrio della Promotrice dalle 11 alle 18. In mostra saranno anche esposte collezioni filateliche curate da ASITAF con prestigiosi pezzi provenienti da collezioni di astronauti dell’Apollo e dalla collezione della famiglia di Paul Calle, l’artista che disegnò il famoso francobollo americano del PRIMO UOMO SULLA LUNA.
A Torino, città già impegnata con uomini, centri ricerca e industrie dell’aerospazio, la mostra è realizzata da Extramusem divulgazione scientifica e dall’Associazione RADAR. 
“Space Adventure” è una produzione dell'US Space & Rocket Center, il museo della NASA di Huntsville-Alabama. 

USA E URSS: LA CORSA ALLO SPAZIO
…Scegliamo di andare sulla Luna entro questo decennio e di fare ancora altre cose, non perché siano sfide facili, ma perché sono difficili…” questa è la famosa frase pronunciata da John Kennedy nel discorso alla Rice University il 12 settembre 1961. L’Unione Sovietica aveva lanciato la sua sfida nel cosmo agli USA dal 1957, lanciando in orbita il primo satellite artificiale, lo Sputnik, la cagnolina Laika e poi il primo uomo nello spazio, Jurij Gagarin. Meno famoso è un altro passaggio chiave di quello stesso discorso che metteva al centro non la competizione ma le straordinarie potenzialità della cooperazione: “…lo spazio non ha ancora visto alcuna contesa, alcun pregiudizio, alcun conflitto nazionale. I suoi pericoli lo rendono a tutti ostile. La sua conquista merita il meglio di tutta l'umanità e questa occasione di cooperazione pacifica potrebbe non ripresentarsi mai più…”.
Così iniziava l’avventura dell’uomo nello spazio che avrebbe coronato un sogno antico di secoli. 
È questo, anche se non solo questo, lo spirito di quest’impresa che permise agli Stati Uniti, nel luglio del 1969 di inviare uomini sulla Luna, e, nel luglio 1975, alla capsula sovietica Sojuz e a una navicella spaziale del programma Apollo di agganciarsi in orbita in un abbraccio di grande potenza simbolica. 
I frutti di queste nuove forme di collaborazioni non finiscono di stupirci e la stazione spaziale internazionale rappresenta forse uno dei più alti gradi di complessità e d’integrazione tecnologica e scientifica mai raggiunta, coinvolgendo molte nazioni, Italia compresa.










ORARI:
Dal 22-11 al 22-03
Venerdì: dalle 14 alle 19 (ultimo ingresso ore 18)
Sabato, domenica e festivi: dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso ore18)
Dal 21-12 al 6-1
Tutti i giorni dalle10 alle 19 (ultimo ingresso ore18)



PREZZI:
Intero: 15€
Ridotto: 12€
Under 10 e scuole: 8€
Famiglie (massimo 4 persone): 40€
Disabili e bambini under 6 anni: ingresso gratuito
VISITE GUIDATE: 3 € cad
Sabato e domenica alle10,30
Venerdì, sabato e domenica alle 17,30













Post popolari in questo blog

SALONE DEL VINO DI TORINO

SALONE DEL VINO DI TORINO Esplora il Piemonte attraverso i suoi vini  2, 3 E 4 MARZO 2024 II edizione Torna il Salone del Vino di Torino, da sabato 2 a lunedì 4 marzo. Da martedì 27 febbraio il palinsesto del Salone OFF, con una settimana di eventi diffusi in tutta la città Il Salone del Vino di Torino cresce: 500 le cantine attese, tra weekend di esposizione ed eventi OFF, e più di 100 gli appuntamenti in città. Nasce inoltre un comitato scientifico www.salonedelvinotorino.it   Torino, 12 febbraio 2024 - Il Salone del Vino di Torino giunge alla sua II edizione da sabato 2 a lunedì 4 marzo all’interno di due spazi espositivi: le OGR Torino e il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano. Ad anticiparlo, una settimana di eventi diffusi in tutta la città all’interno di un ricco palinsesto OFF del Salone, che da quest’anno ruota attorno a due sedi principali, Il Circolo dei lettori e Combo Torino. Sono infatti oltre 100 gli appuntamenti in programma da martedì 27 febbraio che accompagnano

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra

Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra 14 febbraio – 2 giugno 2024 A cura di Walter Guadagnini e Monica Poggi CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia presenta la mostra Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra nelle sale del Centro espositivo di via delle Rosine a Torino dal 14 febbraio al 2 giugno 2024. Un’altra grande mostra - dopo le personali dedicate a Eve Arnold, Dorothea Lange e André Kertész - che racconta con oltre 120 fotografie uno dei momenti cruciali della storia della fotografia del XX secolo, il rapporto professionale e affettivo fra Robert Capa e Gerda Taro, tragicamente interrottosi con la morte della fotografa in Spagna nel 1937. Fuggita dalla Germania nazista lei, emigrato dall’Ungheria lui, Gerta Pohorylle ed Endre – poi francesizzato André – Friedmann (questi i loro veri nomi) si incontrano a Parigi nel 1934, e l’anno successivo si innamorano, stringendo un sodalizio artistico e sentimentale che li porta a freque

Mythos: Creature Fantastiche” inaugura a Torino

La nuova mostra “Mythos: Creature Fantastiche” inaugura a Torino, la capitale italiana dell'Esoterismo La Città Magica ospita la prima esposizione nel suo genere dal 7 marzo al 7 luglio 2024 presso le Antiche Ghiacciaie di Porta Palazzo al Mercato Centrale Torino.  Il fascino millenario di Torino si arricchisce di un nuovo capitolo di mistero e meraviglia con l'arrivo di Mythos: Creature Fantastiche, un'esperienza straordinaria che apre le porte delle Antiche Ghiacciaie di Porta Palazzo presso il Mercato Centrale Torino a partire dal 7 marzo 2024. La nuova mostra è pronta a svelare per la prima volta i segreti della magia bianca e delle creature leggendarie che popolano l'immaginario collettivo proprio nella città di Torino, la capitale italiana dell'esoterismo.  Nei miti le divinità e le figure leggendarie prendono vita e si trasformano, assumendo spesso forme ibride composte da animali reali, fantastici e anche da parti umane, creando così entità che incarnano le